Pubblicato da: luigivassallo | 31 maggio 2010

CHI L’HA DETTO? (N. 19)

SOLUZIONE  DEL GIOCO N.18: Italo Svevo, La coscienza di Zeno: la conclusione.

NUOVO GIOCO N.19:

Via via smarrì ogni senso d’onore e di vergogna, oltre che di paura. Una volta, rincasando verso mezzogiorno, incontrò molta gente con pacchetti in mano che veniva dalla piazza di Santa Maria Liberatrice, dove i Tedeschi distribuivano gratuitamente dei viveri. Questa elargizione straordinaria nei quartieri popolari, consigliata in quei giorni dalla paura, mirava alla propaganda e allo spettacolo. Difatti lo stesso generale in capo dei Germanici (il pasciuto re di Roma) presiedeva alle distribuzioni, e sulla piazza, intorno ai camion operavano i fotografi e le macchine da presa. Ciò accresceva la ripugnanza degli abitanti del quartiere, e parecchi di loro, sospettando qualche macchinazione dei Tedeschi, disertarono la piazza. Ma Ida, alla vista di quei pacchi, avvertì solo un’avidità impetuosa, che la risucchiava dall’interno. La sua mente si vuotò. Il sangue le corse per tutto il corpo, fino a spargerle sulla pelle delle chiazze infiammate. E facendosi largo a spinte nella calca della piazza, tese le mani verso i camion, a ritirare il suo chilo di farina.

Annunci

Responses

  1. Forse mi sbaglio, ma voglio azzardare senza controllare lessici. Mi sembra che anche il nome Ida derivi dalla famiglia lessicale di *wid (video) e significherebbe “luminosa”. Mi ricordo di Ida “idiota” del romanzo “La Storia” di Elsa Morante. Natalino Sapegno lo stroncò. Ma io lo amai. Amai gli “idioti” Ida e Useppe. Amai il generoso Nino. Mi identificai in tutti e tre. Sì, Luigi, credo che si tratti del romanzo La Storia. E se ho sbagliato non importa, avrò ricordato un’altra storia e un’altra Ida…:-)

  2. ” a pelle” direi anch’io la Morante

  3. sono in accordo con Pina penso sia la ida ramundo, vedova ed ebrea di cui parla Elsa Morante nel romanzo la Storia. In questo romanzo la Morante considera la storia cieca ed immutabile, che si nutre di ingiustizie,prevaricazioni e follie omicide, che travolgono deboli ed indifesi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: